Il senatore del GOP Rick Scott chiede agli sponsor olimpici di chiedere che i giochi del 2022 vengano spostati dalla Cina comunista

Autore: Brooke Singman | Fox News
Traduttore: Yanhuo
Revisore: Ana

Le aziende che lavorano con il Partito Comunista Cinese “stanno chiudendo un occhio sul genocidio”, dice il senatore

Rick Scott (Foto da Courtney Pedroza/Getty Images)

ESCLUSIVO: Il senatore repubblicano americano Rick Scott  esorta gli sponsor olimpici a chiedere che i Giochi invernali del 2022 vengano spostati da Pechino tra violazioni dei diritti umani e presunti genocidi contro i musulmani uiguri e le minoranze etniche in Partito Comunista Cinese.

Scott , dalla Florida, ha scritto una lettera, ottenuta in esclusiva da Fox News, agli sponsor del Comitato Olimpico Internazionale (COI), tra cui Airbnb, Alibaba Group, Allianz, Atos, Bridgestone, Coca-Cola, DOW, General Electric, Intel, Omega, Panasonic, Procter & Gamble, Samsung, Toyota e Visa.

RICK SCOTT CHIEDE “ L ‘ATTENZIONE IMMEDIATA” DI BIDEN SUL TRASFERIMENTO DELLE OLIMPIADI DEL 2022 DALLA CINA COMUNISTA 

Immagine: Pixabay

“In qualità di sponsor del COI, sei in una posizione unica per unirti a questa lotta e chiedere al COI di difendere i diritti umani e rimuovere i giochi dalla Cina comunista, altrimenti perdi la tua sponsorizzazione e il tuo sostegno”, ha scritto Martedì Scott alle società.

Una coalizione di 150 attivisti per i diritti umani ha anche pubblicato una lettera aperta agli sponsor chiedendo loro di abbandonare il loro sostegno per i giochi del 2022.

“Sono sicuro che concordi che i crimini commessi dal Segretario generale del Partito Comunista Cinese (PCC) Xi Jinping sono orribili. Non possiamo dare a una nazione che sta violando così apertamente i diritti umani una piattaforma per mascherare i suoi crimini ospitando i Giochi Olimpici”, ha scritto Scott. “Pertanto, ti chiedo di difendere i diritti umani e la libertà e di utilizzare la tua considerevole influenza come sponsor dei Giochi Olimpici del 2022 per sollecitare pubblicamente il COI a spostare i giochi in una nazione che valorizza la dignità umana e la libertà”.

Scott ha aggiunto che se il COI “continua a rifiutare, e tu continui a servire come sponsor, segnalerai il tuo sostegno a un regime che sta commettendo un genocidio”.

Foto da Xiao Buding

In un’intervista esclusiva con Fox News martedì, Scott ha affermato di ritenere che gli sponsor si uniranno agli appelli per spostare i Giochi Olimpici fuori da Pechino.

“Non credo che qualcuno dovrebbe voler essere affiliato a un governo che commette un genocidio contro il proprio popolo”, ha detto Scott a Fox News, definendo “disgustosi” gli abusi nei confronti degli uiguri.

SANZIONI AMMINISTRATIVE OFFERTE FUNZIONARI DEL GOVERNO CINA COMUNISTA PER GLI ABUSI DEI DIRITTI UMANI UIGHUR

“Spero che gli sponsor vedano che non è nel loro interesse essere affiliati a un governo spregevole come questo”, ha detto.

Scott ha detto che se le compagnie lavorano con il Partito Comunista Cinese (la Cina comunista), “chiudono un occhio sul genocidio”.

Scott è stato esplicito nel guidare la spinta per spostare i Giochi Olimpici fuori da Pechino, ma ha sostenuto che gli Stati Uniti non dovrebbero boicottare la concorrenza, come hanno chiesto alcuni legislatori repubblicani.

“I boicottaggi danneggiano i nostri atleti”, ha detto. “Dobbiamo spostare queste partite. Non è giusto aspettarsi che i nostri atleti boicottino qualcosa che hanno pianificato per tutta la vita”.

Il mese scorso, Scott ha richiesto un incontro con il presidente americano Biden per discutere lo spostamento dei Giochi Olimpici, ma ha detto a Fox News che non ha ancora ricevuto alcuna risposta dalla Casa Bianca.

“La Casa Bianca non ha fatto nulla”, ha detto Scott a Fox News. “Ho chiesto un incontro per parlare di questo con il presidente Biden e lui non ha risposto”.

I funzionari dell’amministrazione Biden la scorsa settimana si sono impegnati in tesi colloqui bilaterali con la delegazione del PCC in Alaska, ma Scott ha detto di “non aver sentito” che la questione delle Olimpiadi è stata sollevata, descrivendo la mancanza di conversazione sull’argomento “molto deludente”.

“Storicamente, i democratici sono stati morbidi con il PCC, e Biden è stato morbido con la Cina comunista, e non credo che l’America dovrebbe essere morbida con il PCC”, ha detto Scott. “L’America è il faro della speranza, della libertà, della libertà e dobbiamo fare tutto il possibile per opporci al genocidio”.

L’amministrazione Biden questa settimana, tuttavia, ha imposto nuove sanzioni ai funzionari del governo del PCC per “gravi abusi dei diritti umani” contro le minoranze etniche nella regione autonoma uigura dello Xinjiang e ha avvertito che il PCC continuerà ad affrontare le conseguenze se le “atrocità” dovessero continuare.

Le azioni dell’amministrazione Biden lunedì hanno completato le azioni intraprese anche dall’UE, dal Regno Unito e dal Canada, che hanno imposto sanzioni a questi individui e ad altri.

Nel frattempo, la Casa Bianca ha detto che l’amministrazione continua” ad avere gravi preoccupazioni contro i crimini del PCC contro l’umanità e il genocidio” nei confronti degli uiguri in Xinjiang.

LA CASA BIANCA CHIEDE UN ‘NUOVO APPROCCIO’ ALLE SFIDE NAZIONALI PER LA SICUREZZA PER ‘PREVALERE’ NELLA CONCORRENZA CON LA CINA COMUNISTA 

“Questo è un problema, ed è stato un problema sollevato dal presidente nella sua conversazione con il presidente del PCC poche settimane fa”, ha detto l’addetto stampa della Casa Bianca Jen Psaki.

Biden ha parlato con il presidente del PCC  Xi Jinping per la prima volta da quando è entrato in carica il mese scorso e ha delineato le sue “preoccupazioni principali” per le “attività aggressive e gli abusi” del Partito comunista Cinese, secondo alti funzionari dell’amministrazione.

È un certo numero di funzionari dell’amministrazione Biden, tra cui il Segretario di Stato americano Antony Blinken e il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan, hanno segnalato che il Partito comunista Cinese rappresenta una delle maggiori minacce alla sicurezza nazionale per gli Stati Uniti. I funzionari dell’amministrazione Trump hanno anche avvertito della minaccia alla sicurezza nazionale del PCC per gli Stati Uniti – molti concordano sul fatto che si tratta di una questione bipartisan.

Alla domanda se gli Stati Uniti imporranno ulteriori sanzioni, Psaki ha detto che le sanzioni “hanno lo scopo di scoraggiare il comportamento” ma non “escluderebbero o escluderebbero alcuna azione” così presto nell’amministrazione.

“Posso assicurarvi, ovviamente, che valuteremo quali sono i prossimi passi appropriati in stretto coordinamento con alleati e partner in tutto il mondo”, ha detto Psaki, aggiungendo che l’amministrazione è “certa che i cinesi stanno notando che stiamo lavorando molto di più. strettamente con alleati e partner “rispetto alla passata amministrazione.

SEN. TED CRUZ: NON BOICOTTARE LE OLIMPIADI DELLA CINA COMUNISTA 

La Casa Bianca ha detto che l’amministrazione Biden è pronta ad avere una “conversazione franca” con il PCC e sta negoziando da una posizione di “forza”.

Ma Scott era critico nei confronti dell’approccio della nuova amministrazione alla Cina Comunista.

“Non hanno fatto nulla”, ha detto Scott. “L’amministrazione Biden è un gruppo di favorevoli”.

Nel frattempo, Scott ha detto che intende seguire la Casa Bianca e gli sponsor del COI, nonché continuare le sue conversazioni con i leader di tutto il mondo sullo spostamento dei Giochi Olimpici.

Scott ha detto a Fox News di aver scritto al primo ministro britannico Boris Johnson ed era fiducioso dopo che il Parlamento canadese si è unito alle chiamate.

“Spero che l’amministrazione Biden faccia qualcosa al riguardo”, ha detto. “È per quanto riguarda le società, sono statunitensi e internazionali. Penso che alla fine le società diranno che le Olimpiadi devono essere spostate perché avrà un impatto sui loro marchi”.

 “Sta per succedere”, ha detto Scott parlando delle Olimpiadi che alla fine verranno spostate. “Non è un percorso diretto, ma fa parte di quello che faccio ogni giorno perché credo che il mondo non dovrebbe andare nella Cina comunista (Beiiing) quando sta commettendo un genocidio”.

Ha aggiunto: “Credo che ci saranno leader mondiali che dicono che non possiamo farlo – leader politici e imprenditoriali – questo è disgustoso”.

Fonte

Editore: Ana

+3
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

喜马拉雅意大利罗马达芬奇农场

欢迎战友加入喜马拉雅意大利罗马达芬奇农场,请使用官方DISCORD链接 : https://discord.gg/77fCxw5mFv 官方联络邮箱: [email protected] Mar. 26